Triplica fatturato e regala due mensilità ai dipendenti

loader

fonte: siallerinnovabili.it

Un’azienda in grande ascesa ed un presidente riconoscente. La storia non arriva dalla California e nemmeno dalla Germania. Siamo in Italia, a Roma e la vicenda infonde speranza nel nuovo anno. Giuseppe Moro è presidente e fondatore della Convert. La sua azienda è da oltre 30 anni leader nel settore delle energie rinnovabili.

Già nel 2012 il primo regalo

Un successo da condividere con tutti i dipendenti. Una scalata mondiale che ha permesso di superare la crisi e dare una nuova sterzata all’attività. Già nel 2012 Moro aveva pagato l’Ici-Imu prima casa ai suoi dipendenti (tranne i dirigenti) dando priorità a quelli con figli a carico. Quattro anni dopo mostra ancora grande riconoscenza e decide di premiare di nuovo i suoi dipendenti. Questa volta c’è da festeggiare un anno straordinario con il 300% in più di ricavi (circa 43 milioni, Mol di 7 milioni e Ebitda intorno al 14%). Per un risultato del genere, c’è bisogno di un regalo davvero particolare.  “I dipendenti – dice Giuseppe Moro – sono la nostra vera ricchezza e asset strategico, se chiediamo il loro impegno per raggiungere determinati obiettivi e li raggiungiamo trovo naturale che vadano ricambiati”.

Un anno “ricco”

Naturale ricambiare e così ecco due mensilità in più a tutti i dipendenti. Perché se si lavora bene, loro hanno diritto ad un premio. Soprattutto in un anno straordinario come quello appena trascorso. A testimoniarlo c’è una nota della stessa azienda che analizza gli obiettivi raggiunti e i prossimi passi . La Convert Italia ha brevettato il tracker Trj (inseguitore monoassiale), struttura di sostegno che movimenta i pannelli fotovoltaici allineandoli alla posizione del sole nel corso della giornata, che consente rendimenti superiori ai pannelli fissi.

Un modello da emulare

“Quest’anno abbiamo fatto uno sforzo enorme per produrre e consegnare 500 Mw di prodotto che significa aver fornito una copertura per impianti di circa 1000 ettari. Abbiamo prodotto e consegnato circa trentamila tonnellate di acciaio, cinquemila quadri elettronici di controllo e cinquantamila azionatori/motori. I nostri tecnici hanno supportato i clienti dalla Cina, al Cile, dal Brasile all’India come al Sud Africa. Ora stiamo sviluppando e concordando forniture in Zambia, in Marocco, in Giordania, Colombia e Argentina”. Queste le parole di Giuseppe Moro che non può far altro che ringraziare tutti quelli che lavorano per il successo della sua azienda.
Rinnovabili, sviluppo ed equità verso i dipendenti. Un modello da apprezzare ed emulare.

loader

Claudio Cafarelli

Claudio Cafarelli

Classe '85. Fondatore e direttore responsabile di MaiDireCalcio, testata giornalistica sportiva. Istintivo sognatore napoletano, laureato in Economia e giornalista pubblicista per passione. Vivo sulla terra, ma il mare è il mio habitat naturale.
Claudio Cafarelli

Iscriviti alla nostra
newsletter

Registrati e ricevi interessanti
opportunità di lavoro
direttamente dalle aziende

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *