Lavorare in Google: Perché Google è il miglior posto in cui lavorare

Lavorare in Google

Da quattro anni consecutivi Google è il miglior posto dove lavorare. Analizziamo i fattori vincenti

Google miglior posto di lavoro nel mondo. La classifica di ‘Great Place to Work’ torna a premiare come l’anno scorso la multinazionale di Mountain View tra le 25 in lizza per il podio di quest’anno. Seconda e terza posizione per altri gruppi americani: SAS Institute e W.L.Gore & Associates. La Dell è al quarto posto, mentre l’interinale Adecco si deve accontentare del settimo posto. Ultima posizione, ma sempre tra le 25 multinazionali migliori, all’American Express delle carte di credito.

Come viene stilata classifica di Great Place to Work

È il quarto anno consecutivo che Google vince questo premio. Alla base della classifica c’è l’analisi di questionari sottoposti ai dipendenti di centinaia di multinazionali in tutto il mondo. I posti di lavoro da sogno si distinguono per il rapporto tra dipendenti e capi, la tranquillità sul luogo di lavoro, i compensi e i riconoscimenti per l’impegno e il merito. Ma quali sono i fattori che permettono a Google di vincere a mani basse? Business Insider ha pubblicato 12 cose  che i dipendenti Google preferiscono del loro posto di lavoro.

Le 12 cose che i dipendenti Google amano

Google organizza feste, gite e vacanze per i dipendenti, come lo sci nel Vermont o i picnic durante l’estate. Il Ceo di Alphabet Larry Page e il presidente Sergey Brin organizzano spesso incontri con i dipendenti, durante i quali gli impiegati possono porre domande sull’azienda.I dipendenti hanno accesso a palestre, campi di pallavolo, una pista da bowling e un parco dove poter praticare sport all’aperto nella sede di Mountain View. E tutti i lavoratori sono sempre incoraggiati a fare sport e tenersi in forma.

Pasti gratuiti e massaggi

L’azienda offre ai lavoratori tre pasti al giorno, tutti gratuiti. Google è conosciuto per i suoi piatti gourmet e ha numerosi bar e food truck a Mountain View. Ogni anno spende milioni di dollari in cibo per i lavoratori e nello stipendio di centinaia di dipendenti delle cucine. I dipendenti Google hanno uno stipendio medio di 140mila dollari e ricevono in più bonus e stock option. L’86% dei lavoratori si dichiara altamente soddisfatto. L’azienda ha assunto 9000 persone lo scorso anno. Tra i vantaggi elencati dai lavoratori ci sono anche massaggi. Così come le lezioni di musica e la possibilità di portare il proprio cane in ufficio.

Flessibilità e libertà per chi lavora in Google

Molti dipendenti parlano di flessibilità interna e dicono di aver cambiato team, progetto o dipartimento con grande facilità. Dicono anche che le promozioni sono giuste e frequenti. Ufficialmente i dipendenti possono trascorrere del tempo a lavorare su altri progetti di loro interesse, oltre a quelli quotidiani del loro team. Google ha un proprio servizio di supporto tecnico aperto 24 ore su 24, tutti i giorni, per aiutare i dipendenti con problemi di hardware e software.

 Aiuto per le famiglie dei dipendenti di Google

Google si fa carico del trasporto dei dipendenti di Mountain View, offrendo un servizio di bus navetta gratuito tutti i giorni. I mezzi sono dotati di connessione Wi-fi, in modo che i dipendenti possano rilassarsi o lavorare durante gli spostamenti.Google aiuta le famiglie dei dipendenti deceduti. Offre alla moglie o al marito del defunto le sue azioni e la metà dello stipendio del dipendente per 10 anni, più 1000 dollari al mese per i bambini. La politica di congedo parentale è insolita, secondo i lavoratori. I neopapà possono richiedere fino a sei settimane di pausa e il congedo delle mamme può arrivare a 18 settimane.

Claudio Cafarelli

Claudio Cafarelli

Classe '85. Fondatore e direttore responsabile di MaiDireCalcio, testata giornalistica sportiva. Istintivo sognatore napoletano, laureato in Economia e giornalista pubblicista per passione. Vivo sulla terra, ma il mare è il mio habitat naturale.
Claudio Cafarelli

Iscriviti alla nostra
newsletter

Registrati e ricevi interessanti
opportunità di lavoro
direttamente dalle aziende

Pubblicità

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *