Intervista a Walter Sinigoi di CVPRO, il servizio che rende il tuo curriculum perfetto

loader

curriculum perfetto

Il curriculum può essere il vero alleato per cercare lavoro, ma allo stesso modo può diventare una condanna. Spesso infatti una stesura non corretta di questo documento così importante abbassa drasticamente la percentuale di successo. In vostro aiuto però esiste CVPRO, un servizio online che offre una consulenza gratuita per individuare le lacune presenti nel vostro CV e avere il massimo supporto per promuovere se stessi e attrarre nuove opportunità professionali. CVPRO offre inoltre la scrittura del curriculum, della lettera di presentazione e la traduzione in tutte le lingue del mondo.

Intervista a Walter Sinigoi, business manager di CVPRO

Abbiamo parlato di CV PRO con Walter Sinigoi, Business Manager dell’azienda. Una lunga chiacchierata dove abbiamo analizzato il mondo dei curriculum, gli errori da evitare e cosa bisogna fare per aumentare le probabilità di attirare l’attenzione di un recruiter.

Ciao Walter e benvenuto a The Daily Life. Com’è nato il progetto CVPRO? Quando hai capito che i candidati avevano bisogno di un servizio del genere?

L’idea è nata per affrontare una serie di problematiche che tante persone hanno in un periodo di crisi. Ad esempio come aiutare un lavoratore che non ha più un’occupazione e aumentare le sue possibilità di trovare un lavoro; oppure come alimentare quella che è la visibilità di una persona che vuole cambiare carriera. Quindi CVPRO non è solo un servizio per chi è disoccupato, ma anche per figure professionali che non hanno tempo, competenze o voglia di affrontare da soli il discorso relativo al curriculum o alla cover letter. Insomma tutto ciò che riguarda il concetto di riposizionarsi nel mondo del lavoro.

L’esigenza è nata da qualche anno. Una volta completato il mio percorso formativo (con il conseguimento della laurea in scienze della comunicazione e master in MBA in International Business Amministration) ho notato che tantissimi colleghi facevano fatica a riposizionarsi anche con curriculum di tutto rispetto.

Abbiamo così iniziato a domandarci il perché nonostante un profilo eccellente non riuscissero a trovare lavoro. La risposta è che il loro CV era decisamente imperfetto, perché non è detto che una persona con elevata cultura sia in grado di impostare il curriculum, la cover letter o il proprio posizionamento in maniera appropriata. Per aiutare queste persone abbiamo pensato di creare CVPRO. Chiunque può mandarci un curriculum da analizzare. Si tratta di una consulenza gratuita che fornisce un’analisi di quelli che sono i punti di debolezza individuati. A questo punto la persona può decidere e valutare se ritiene opportuno risolvere questi bug da solo o può affidare a noi il tutto. Così facendo rinnoveremo completamente la grafica del curriculum per attirare l’occhio del recruiter. È difficile spiccare sugli altri se la struttura dei curriculum è uguale per tutti.

Poi ci occuperemo di migliorare gli aspetti grammaticali, logici e della stesura del contenuto. Inseriamo le sezioni che non sono presenti, come quella del profilo professionale; si tratta di una sorta di riassunto delle competenze della persona. Contemporaneamente, grazie al curriculum, possiamo scrivere anche la lettera di presentazione e alla fine spediamo tutto al cliente. Al termine se il cliente è soddisfatto può inoltrarci user e password del proprio account Linkedin e ci occupiamo anche di revisionare l’intero profilo per dare maggiore visibilità web. Ci sono una serie di parametri tecnici da tenere in considerazione per raggiungere questo obiettivo. Inoltre forniamo delle traduzioni in tutte le lingue del mondo per poter creare il documento nella lingua che si preferisce.

Da qualche anno lavoriamo anche con imprenditori per seguire la parte comunicazione delle loro piccole aziende. Abbiamo iniziato a seguire lo sviluppo di siti web e la gestione dei social network per potenziarne il business.

In Italia è ancora molto diffuso il curriculum europeo. La maggior parte dei candidati si affida a questa struttura che però non è apprezzata dalle aziende. Secondo te quali sono le mancanze di questa tipologia di documento?

Il curriculum europeo ha le sue fondamenta da origini politiche, un accordo tra i Paesi dell’Unione quindi non si tratta di qualcosa di funzionale. Ci sono tantissime pecche, a cominciare dal punto di vista grafico. È una struttura obsoleta e poco funzionale che rende la lettura pesante e i contenuti poco chiari. Ogni recruiter spende 7/10 secondi per leggere un CV e in questo modo è molto più alta la possibilità che venga cestinato. La struttura del layout grafico è identica per tutti e non permette personalizzazione, un aspetto molto limitante. In questo modo si presuppone che un neolaureato senza esperienza abbia la stessa grafica di un manager con venti anni di esperienza.

Per quanto riguarda i contenuti il problema viene evidenziato dalla mancanza di determinate sezioni, ad esempio il profilo professionale come già detto precedentemente. Avendo pochi secondi a disposizione, il recruiter può capire attraverso questa sezione le caratteristiche del candidato. Inoltre ci sono tante sezioni inutili e che devi per forza compilare come le competenze relazionali o comunicative; si tratta di un’autovalutazione con vocaboli generici che non serve a nessuno.

Data la vostra esperienza, come deve essere per te il curriculum perfetto?

Dal punto di vista grafico deve essere accattivante e minimalista senza risultare kitch. Inoltre deve essere di facile lettura e non più lungo di una pagina e mezzo o al massimo due pagine. Il curriculum deve essere un riassunto delle potenzialità e delle esperienze maggiori del candidato. Devono esserci sezioni imprescindibili come il profilo professionale o le competenze linguistiche e l’ordine temporale dei contenuti di ogni sezione deve essere inverso. Ad esempio si parte dall’ultima esperienza, quella che ha maggiore valenza, e poi si va indietro nel tempo. Infine si devono utilizzare vocaboli che non siano troppo generici e ci deve essere precisione.

Nota a parte invece per la foto, uno dei problemi più sentiti dai clienti. Se contribuisce alla selezione della persona, la foto ci vuole perché l’immagine è necessaria per quella professione. Negli altri casi è una questione delicata. In Italia invece il 98% delle aziende sono piccole e il titolare vuole vedere il viso del candidato. Solo per questi casi la scelta di inserire la foto ricade sullo stesso candidato però bisogna fare attenzione agli utilizzi impropri che se ne fanno. Se si vuole utilizzare la foto deve essere in formato fototessera, in primo piano con sfondo neutro e bisogna evitare quelle in vacanza o scattate ad una festa. Ovviamente non deve essere sgranata e bisogna stare attenti alla nitidezza.

Quali sono gli errori più comuni presenti nei curriculum che analizzate?

Partiamo subito da un problema che affligge tanti. Non ci si può candidare inserendo tra i contatti email con nickname adolescenziali e poco professionali. È richiesta massima attenzione alla foto e alla grafica. Tanti utilizzano formati che non sono comuni, per il curriculum si deve utilizzare il pdf. Evitare l’eccessiva lunghezza, a volte sono arrivati cv di venti pagine. Però vorrei focalizzare l’attenzione su un aspetto che tanti non conoscono. Nella maggior parte dei curriculum mancano i risultati raggiunti: accanto alle competenze bisogna inserire anche i risultati che sono stati raggiunti. Si tratta di un vantaggio competitivo enorme. Ad esempio se si è un account manager con numerose esperienze bisogna riportare il perché un datore di lavoro vi deve chiamare. Bisogna sottolineare cosa è successo e cosa si è fatto per ogni esperienza, un aspetto che nessuno fa.

Chiudiamo la nostra chiacchierata parlando della lettera di presentazione. Perché viene così sottovalutata e quali sono i tuoi consigli?

La lettera di presentazione è un documento che viene spesso sottovalutato perché si pensa che sia una replica del curriculum. Non è così, anzi si tratta di due documenti complementari. Il curriculum dice quali sono le competenze, background professionale, formativo e i risultati raggiunti mentre la lettera di presentazione spiega perché vuoi cambiare lavoro, perché sei disposto a trasferirti o perché hai scelto quell’azienda per candidarti. Un recruiter vuole sapere perché un candidato ha inviato il proprio curriculum.

loader

Claudio Cafarelli

Claudio Cafarelli

Classe '85. Fondatore e direttore responsabile di MaiDireCalcio, testata giornalistica sportiva. Istintivo sognatore napoletano, laureato in Economia e giornalista pubblicista per passione. Vivo sulla terra, ma il mare è il mio habitat naturale.
Claudio Cafarelli

Iscriviti alla nostra
newsletter

Registrati e ricevi interessanti
opportunità di lavoro
direttamente dalle aziende

Pubblicità

6 pensieri su “Intervista a Walter Sinigoi di CVPRO, il servizio che rende il tuo curriculum perfetto

  1. Aldo

    Salve sono Aldo ho 56 anni lavoro a Berlino al Ristorante Bocca di Bacco come aiuto cuoco vorrei trasferirmi in Italia per stare più vicino alla mia famiglia. Vi sono grato se potessi avere un aiuto.

    1. Alessandra CaputoAlessandra Caputo

      Ciao Aldo,
      grazie per il tuo commento.

      Nell’articolo troverai tutti i riferimenti sui servizi di CVPRO. In bocca al lupo!

    1. Alessandra CaputoAlessandra Caputo

      Ciao Bouare,
      come ho spiegato anche nel commento precedente, all’interno dell’articolo potrai trovare tutti i riferimenti per chiedere maggiori informazioni sui servizi offerti da CVPRO.

      Grazie per il tuo commento

  2. Haj salem hamdi

    Cognome: haj salem
    Nome : hamdi
    Data di nascita : 04/10/1985 a Mazara del Vallo (TP) Italia .
    Residenza: via Bagnolo Salara 82 Ravenna (RA)
    Numero cellulare 3297766929
    Email: hamdihajsalem@outlook.it
    Esperienze :
    * Dal 23/03/2017 al 12/12/2017 scuola IAL cervia .diploma aiuto cuoco
    * Dal 02/10/2017 al 31/10/2017 aiuto cuoco Restorante la cantinaza a Castrocaro terme (FC) Italia.
    * dal 29/6/2017 al 29/09/2017 aiuto Cuoco koolibry hotel di ( Rossi Walter) a cervia (RA)
    * Dal 04/04/2016 al 29/09/2016 aiuto cuoco koolibry hotel di (Rossi Walter) a cervia( RA)
    * Dal 02/04/2015 al 25/09/2015 tuttofare di cucina .hotel souvenir Di Rossi Walter a cervia (RA) Italia
    * Dal 04/04/2014 al 26/09/2014 lavapiatti hotel souvenir di Rossi Walter a cervia(RA) italia
    * Dal 02/09/2013 al 24/09/2013 lavapiatti hotel souvenir di Rossi Walter a cervia (RA) italia
    * Dal 01/05/2012 al 30/07/2013 badanti a cervia (RA) Italia
    * 2009_2011 Diploma meccanico barche (Tunisi)
    Lingua madre : Arabo. Francese
    Altre lingue : italiano C2

    1. Alessandra CaputoAlessandra Caputo

      Ciao Hamdi,
      come indicato nell’articolo per la valutazione del tuo cv e tutti i servizi di CVPRO puoi scrivere direttamente a loro.

      In bocca al lupo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *