Come avere un curriculum perfetto? Arriva CVPRO

loader

Un alleato per avere un curriculum perfetto, un supporto per chi cerca lavoro e vuole posizionarsi al meglio sul mercato, un coach pronto a offrire una consulenza personalizzata in base agli obbiettivi che si desidera raggiungere.

Parliamo di CVPRO, innovativo servizio online che supporta tutto ciò che riguarda il proprio curriculum, dalla scrittura alla traduzione e di cui Jobyourlife si avvale per offrire un ulteriore supporto ai propri utenti. Infatti chi si registra a Jobyourlife ha diritto alla revisione gratuita del curriculum e sarà contattato direttamente dallo staff di CVPRO.

Per parlarvi di tutte le funzionalità di questo servizio abbiamo intervistato il suo Business Manager Walter Sinigoi, con cui passiamo in rassegna i punti di forza di questo strumento ma anche gli errori da evitare quando ci si presenta ad un’azienda.

Walter Sinigori, Business Manager di CV PRO

Walter Sinigoi, Business Manager di CVPRO

  • Qual è l’aiuto che CVPRO può dare a chi cerca lavoro?

CVPRO nasce per rispondere a un’esigenza specifica, cioè sostenere il tessuto sociale attuale che ci parla di una crisi del lavoro che spesso ci costringe a scendere a compromessi. Tantissime persone sono in possesso di competenze frutto di esperienze formative e lavorative, ma non riescono a comunicarle correttamente in un curriculum. In questa dinamica CVPRO offre un’alternativa valida non solo a chi ha difficoltà a trovare lavoro, ma anche a chi vuole dare una svolta alla propria carriera, a chi desidera posizionarsi in maniera ottimale nel mercato del lavoro e avere vantaggi dal punto di vista del personal branding.
Vogliamo fornire alle persone validi strumenti per avere una possibilità di scelta in più. Avere un curriculum professionale e accattivante significa aprirci la strada verso una maggiore libertà di scelta rispetto al posto di lavoro. Oggi tendiamo ad accontentarci di ciò che ci viene proposto perché sentiamo di non avere alternative. Saper comunicare la propria esperienza in modo creativo e originale per noi equivale invece a crearsi un’alternativa, ambire al lavoro dei nostri sogni senza lasciare spazio alla rassegnazione.

  • Qual è il valore aggiunto di CVPRO rispetto ad altri servizi?

Innanzitutto offriamo una consulenza altamente personalizzata. Per ottenerla è sufficiente richiedere una consulenza per migliorare il proprio curriculum. Seguirà il contatto da parte di un nostro consulente esperto in HR in cui si analizza il cv e si tracciano eventuali margini di miglioramento. Ci teniamo a dare un feedback diretto e immediato telefonicamente o via mail, perché solo così è possibile capire quali sono gli obiettivi di ogni persona e di conseguenza ottenere un cv che racconti davvero il valore di ogni candidato. Quindi la nostra peculiarità è senza dubbio la personalizzazione. Per noi dietro ogni cv c’è una persona diversa, non c’è solo un elenco di mansioni, e vogliamo cercare di dare a ognuno tutte le possibilità per poter spiccare.

La revisione del cv non riguarda solo il testo, ma poniamo molta attenzione all’aspetto grafico. Può sembrare poco importante, ma l’impostazione visiva può riflettere le qualità di una persona, rispecchiare la sua seniority o il settore di appartenenza. Ad esempio un contabile si presenterà meglio se il layout grafico rappresenta ordine e metodo, invece il cv di un creativo potrà contenere elementi più originali. Naturalmente estrema attenzione viene posta al contenuto testuale, grammatica, sintassi, logica, allo scopo di creare assoluta coerenza tra ciò che il candidato vuole comunicare e il modo in cui viene fatto.

CV PRO

I servizi di CVPRO

Altro aspetto di cui ci occupiamo è la gestione dei profili dell’utente presenti sui professional network come Jobyourlife o Linkedin. Il concetto di parola chiave a cui Google ci ha abituato vale infatti anche per queste piattaforme. Ogni mansione è codificata da termini ben precisi e se vogliamo che un’azienda ci trovi dobbiamo cercare di essere reperibili traducendo il nostro ruolo professionale in quelle parole chiave che le aziende cercano sui canali di recruiting online.

  • Quali sono gli errori più comuni nella scrittura di un cv?

Uno degli errori più comuni consiste nell’affidarsi al famoso formato Europeo. Si tratta di un template ormai obsoleto, che contiene sezioni che non aiutano il candidato ad evidenziare le proprie peculiarità ma, anzi, tende ad appiattire i vari cv rendendoli omogenei sulla scrivania di un esaminatore. A mio avviso una delle principali pecche di questo formato è quella di non contemplare sezioni importantissime come le skills o il “personal profile”, più diffuse tra i modelli stranieri. Quest’ultima precede l’elenco delle esperienze professionali e permette in poche righe di esprimere i propri punti di forza. Non dimentichiamo che un HR Manager impiega meno di 10 secondi a farsi un’idea di un candidato e questo summary è molto utile per portare l’attenzione dell’esaminatore proprio dove noi vogliamo. Naturalmente è importante tener conto di qual è l’azienda a cui stiamo sottoponendo il nostro cv per mirare meglio il nostro obiettivo.

Altri errori già molto noti sono la lunghezza spropositata (un cv non dovrebbe mai superare le due pagine), l’utilizzo di indirizzi email poco professionali, errori grammaticali che tradiscono una mancanza di cura nei dettagli.

  • Come mai allora è così diffuso? Ci sono casi in cui è necessario utilizzarlo?

Questo formato si è diffuso perché molte agenzie di collocamento richiedono tuttora il cv europeo per avere profili standardizzati, più comodi da tenere in archivio e da utilizzare all’occorrenza. La disinformazione ha fatto il resto creando la condivisa opinione che questo fosse l’unico formato ufficiale per un curriculum perfetto.
Il formato europeo sembra semplifichi le cose ma non è proprio così. Creare un cv da zero implica un segnale di riguardo nei confronti nel nostro potenziale datore di lavoro. Sulla postazione di un HR Manager passano ogni giorno decine di cv e sicuramente la sua attenzione sarà catturata da quello più customizzato, sia da un punto di vista testuale che visivo, aumentando le possibilità di essere notati.
Il mio consiglio è quello di utilizzare il cv europeo solo se espressamente richiesto dall’azienda; può capitare ad esempio nel pubblico impiego o in casi di candidature a livello internazionale.

  • Accanto al cv c’è un altro elemento altrettanto importante, ma a volte trascurato. La lettera di presentazione.

Si, è fondamentale perché fornisce informazioni complementari rispetto a quelle presenti nel cv. Se il cv rappresenta il nostro passaporto lavorativo, la lettera si fa portavoce di elementi più personali. Ci permette ad esempio di spiegare ad un’azienda perché vogliamo cambiare lavoro, o magari perché vorremmo lavorare all’estero. Inoltre in questa sezione è bene dedicare qualche riga di attenzione rispetto al posto per cui ci si candida, denotando dunque conoscenze dell’azienda e consapevolezza del proprio ruolo. CVPRO aiuta chi cerca lavoro a creare da zero la propria lettera di presentazione, sempre personalizzandola rispetto alle proprie motivazioni e obiettivi professionali.

Servizi CVPRO

  • Uno dei vostri fiori all’occhiello è il servizio di traduzione del curriculum. In cosa consiste?

Molto spesso ci capita di avere a che fare con persone che desiderano cambiare panorama lavorativo o intraprendere un’esperienza all’estero per arricchire il proprio bagaglio professionale. Questo non può prescindere dal possesso di un perfetto curriculum in lingua straniera. CVPRO offre un servizio di traduzione verso tutte le principali lingue europee. In ambito lavorativo è necessario porre estrema attenzione al corrispettivo in lingua straniera di determinati ruoli lavorativi, per questo più che di traduzione parliamo di transcreazione, andiamo cioè a riprodurre il termine in lingua straniera che corrisponda al nostro ruolo italiano senza tradirne il suo significato originario. E’ facilissimo purtroppo incorrere in errori di traduzione se non si padroneggia perfettamente la lingua a cui vogliamo rivolgerci. CVPRO a questo scopo si affida ad esperti madrelingua per le proprie consulenze.

  • Per offrire un servizio che pone al centro chi cerca lavoro, CVPRO sta per introdurre un sistema di videoconferenze per simulare un colloquio in lingua straniera. Come è nata questa idea?

E’ un servizio che partirà a breve e che nasce da una richiesta dei nostri stessi utenti che hanno manifestato il timore di affrontare un colloquio in lingua straniera. Molto spesso infatti il livello di conoscenza delle lingue espresso nel proprio cv non corrisponde perfettamente a quello reale, magari perché si è fuori allenamento. Per non arrivare impreparati di fronte all’evenienza di una chiacchierata in inglese abbiamo pensato ad un pacchetto di lezioni in cui si simula un colloquio interamente in lingua inglese. Naturalmente in riferimento a un primo colloquio che testi la relativa conoscenza del candidato.

 

 

loader

Iscriviti alla nostra
newsletter

Registrati e ricevi interessanti
opportunità di lavoro
direttamente dalle aziende

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *